Guida di Bologna Fuori commercio
Corrado Ricci Guido Zucchini

Guida di Bologna

Sesta edizione rifatta, con pianta di Bologna

Sesta edizione

  • 1930
  • Note: In 16°, pp.XII-298, con illustrazioni e una cartina f.t. Dall'Avvertenza: "Nel ristampare la Guida di Bologna di Corrado Ricci (l'ultima edizione uscì nel 1914) non si è cambiato l'ordine descrittivo dei monumenti: quasi immutate sono le pagine relative al Museo Civico, alle Torri bolognesi, alle vicende costruttive di S. Pietro, alla vecchia Certosa. Per il rimanente si è cercato di non dimenticare i numerosi cambiamenti avvenuti in chiese o edifici durante questi ultimi quindici anni e si è data larga parte alla descrizione dei restauri cittadini compiuti dal Comitato per Bologna Storica... Questo Comitato sorse nel 1902 ad iniziativa del conte Francesco Cavazza e con la direzione di Alfonso Rubbiani per studiare, restaurare e salvare pregevoli monumenti cittadini minacciati dal tempo e dal piano regolatore del 1889. Molti vecchi edifici, anche se mai finora registrati, sono stati ricordati per impedire che il piano regolatore suddetto (o sue eventuali aggiunte), con la scusa di non trovarli nominati neanche nella "Guida di Bologna", li demolisca inconsultamente. Del tutto nuova è la descrizione della Pinacoteca, in cui però si stanno facendo continui cambiamenti. (...)" Guido Zucchini, Dicembre 1929. Pianta della città allegata. La guida fu ristampata nel 1940; in copertina: "Omaggio della Casa Editrice Zanichelli ai partecipanti al Congresso Nazionale della Associazione Elettrotecnica Italiana, Bologna marzo 1940-XVIII".