L'epigramma greco Fuori commercio
Ettore Bignone

L'epigramma greco

Studio critico e traduzioni poetiche

  • 1921
  • Note: In 8°, pp. IX-372, con 20 tavole fuori testo e copertina di A. De Karolis. Contiene: Parte prima: "Studio critico. L'epigramma bucolico e realistico e l'epigramma amoroso nell'età ellenistica". - Parte seconda: "Traduzioni" - 1. "Epigrammi letterari" - 2. "Epigrammi attribuiti a poeti dell'età classica" ("Archiloco - Cleobulo di Lindo - Demodoco - Pisandro Rodio - Saffo - Simonide - Anacreonte - Bacchilide - Euripide - Tucidide - Platone - Aristotele - Erinna") - 3. "Poeti ellenistici appartenenti alla Ghirlanda di Meleagro o presumibilmente non posteriori alla seconda metà del secolo I a. Cr." ("Anite - Nosside - Miro di Bisanzio - Simmia di Rodi - Simmia (Tebano?) - Asclepiade - Posidippo - Edilo - Teocrito - Callimaco - Leonida Tarentino - Anonimo (da alcuni attribuito a Leonida) - Mnasalca - Dioscoride - Eraclito - Niceneto - Nicia - Alceo di Messene - Antipatro Sidonio - Filippo V di Macedonia - Diotimo - Perse - Teodorida - Fania - Aristodico Rodio - Riano - Timne - Damageto - Aristone - Archia di Antiochia - Meleagro") - 4. "Epigrammi di poeti appartenenti alla Ghirlanda di Filippo di Tessalonica o presumibilmente non posteriori al I secolo dopo Cr." ("Filodemo - Crinagora - Cillatore - Tillo - Zona - Pompeo Iuniore - Adeo - Tallo - Marco Argentario - Antifilo di Bisanzio - Diotimo di Mileto - Alfeo di Mitilene - Antipatro di Tessalonica - Basso - Filippo di Tessalonica - Rufino - Timocle - Oneste di Bisanzio") - 5. "Epigrammi di poeti posteriori alla Ghirlanda di Filippo di Tessalonica" ("Luciano - Tolomeo - Capitone - Dionisio Sofista - Giovanni Barbucalo - Pallada - Giuliano - Agazia - Paolo Silenziario") - 6. "Epigrammi d'ignoti" - 7. "Iscrizioni metriche". Dalla Prefazione: " Un libro d'arte e di vita vorrei fosse questo mio di poesia greca, ove scelsi e tradussi un mezzo migliaio fra epigrammi ed iscrizioni metriche. - Quanto alla vita greca aderisca l'epigramma e come nel continuo e saporoso commento dell'arte e della cultura ellenica si debbano, a parere mio, gustare queste brevi poesie, cercai di mostrare nelle pagine dello "Studio critico". (...). - Allo "Studio critico" volli dare il più saldo fondamento filologico, considerandone però, quanto potei, la documentazione nelle note; perché son persuaso che i libri di sintesi debbano, anche nella forma artistica, mirare a quella pienezza di vita che è la più completa verità raggiungibile nella conoscenza del passato.": ETTORE BIGNONE. "Da qualche tempo volevo ringraziarla delle cure tributate al mio "Epigramma greco", che davvero per merito suo, e per l'affettuosa attenzione prodigatavi negli ultimi tempi dal nostro ottimo Errante, riescì nella forma tipografica bellissimo, ma attendevo l'ultima risposta del Consiglio Superiore per poterle dare anche notizia dell'approvazione del concorso di Palermo. (...)": ETTORE BIGNONE a OLIVIERO FRANCHI, 3 dicembre 1921. - "La ricordo caramente, e mi piace sempre rivedere il nome Zanichelli che in tanta parte è gloria del mio volume. - Sono lieto che il pubblico gli abbia fatto buona accoglienza. (...)": id., Milano, 12 luglio 1922. - "Sto lavorando al libro di cui mi scrive l'Errante. Vidi con gran piacere che l''Epigramma' ha avuto ottima stampa fra noi. Poco se ne parla ancora all'estero, ove l'"Empedocle" e l'"Epicuro" continuano ad avere articoli bellissimi. Ma vero è che non ne feci mandare che pochissime copie. E questo perché volevo che non andassero disperse invano. Ora sto occupandomene un poco. Intanto la pregherei di farne inviare una copia al Prof. ERNST HOWALD della Università di Zurigo (Tiflisstrasse 28) che già scrisse con gran lode dell'"Empedocle" e dell'"Epicuro", e che mi ha mostrato il desiderio di fare una recensione dell''Epigramma' sul «Sokrates»: id., Palermo, 23 dicembre 1922.